Decoriamo un albero per Natale? Educare alla cura degli spazi urbani #inostrialberi


Il Natale è alle porte! Decoriamo?

È innegabile, l’atmosfera natalizia è già nell’aria. Messe fuori le scatole stracolme di addobbi, gli amanti del presepe e i fan dell’albero di Natale sono pronti per rendere ancor più caldo ed accogliente l’ambiente domestico. Sarà, come ogni anno, una casalinga, gioiosa e libera espressione dei gusti e tradizioni religiose-culturali di ognuno.

ID-10071983

Image courtesy of Sira Anamwong at FreeDigitalPhotos.net

 

E per le strade?

Le Amministrazioni comunali, i commercianti, le parrocchie e qualche comitato di quartiere, non senza fare i conti con le ristrettezze economiche del momento, proporranno e allieteranno i cittadini con decori a tema vario. Criticando o compiacendoci per le scelte fatte, passeggeremo attraverso spazi pubblici che, forse, ormai poco raccontano di “noi”.

Come percepiamo lo spazio urbano pubblico?

Purtroppo non tutti associamo all’idea dello spazio urbano pubblico l’idea della cura. Probabilmente a causa dei troppi muri, delimitazioni, recinzioni lo spazio condiviso è, spesso, percepito come estraneo.

Perché è importante riappropriarsi dello spazio pubblico?

Lo spazio pubblico è lo spazio in cui la comunità si ritrova e dialoga. È palestra i cui ogni cittadino si mette in relazione con l’altro godendo dei propri diritti e rispettando attivamente norme e regole (intendendole come garanzia del benessere collettivo).

Mi prendo cura del luogo in cui condivido, in cui collaboro

In una società, tra anologico e digitale, che pone tra i propri valori chiave la condivisione e la collaborazione volte al benessere e al miglioramento della collettività, e non solo a quello personale, è indispensabile recuperare ed educare all’idea della qualità dello spazio pubblico determinata dalla responsabilità individuale.

Per ciascun cittadino il saper condividere lo spazio pubblico, ovvero “il dividere con” altri cittadini uno spazio (luogo fisico o virtuale); percepire il diritto-dovere alla cura, anche ed in egual misura, di ciò che non è personale o familare è funzionale al saper realizzare azioni di condivisione e collaborazione “socialmente qualificate”.

Iniziamo questo Natale a ri-educarci alla cura dello spazio pubblico? #inostrialberi 

Esistono già esperienze coordinate da pubbliche amministrazioni volte a valorizzare il contributo volontario dei cittadini per la tutela e la promozione del bene comune e dell’interesse generale.

L’idea per questo Natale è “sentire nostro lo spazio pubblico” decorando un albero nella villa comunale o nel viale difronte al nostro portone con la stessa cura che metteremmo per realizzare la decorazione natalizia nel nostro salotto.

Invitiamo le amministrazioni a guidarci al meglio nell’esprimere la nostra cura e l’affezione per lo spazio pubblico attraverso un contributo volontario all’addobbo natalizio degli alberi della nostra città.

Non occorre spendere una fortuna! Basterà qualche pallina colorata resistente al clima invernale.

  • Il punto non è fornire un aiuto economico alla PA, è attivamente contribuire alla riqualificazione dello spazio pubblico come spazio d’incontro tra i cittadini.
  • Il punto non è “soccorrere” la PA o sostituirsi ad essa, è vestire in concreto il ruolo di cittadino partner delle Istituzioni (anche con piccoli gesti di partecipazione).

Decoriamo al meglio gli spazi pubblici per accogliere un ospite illustre…il comune cittadino!

Ti piace l’idea?

Promuovila e condividila in rete (hashtag #inostrialberi). Posta le foto del tuo albero!

Sollecita le pubbliche amministrazioni a valorizzare il contributo volontario dei cittadini per la tutela e la promozione del bene comune e dell’interesse generale.

Inizia da questo Natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *